LIVE POETRY  |  MUSIC  |  RADIO  |  INSTALLATION  |  PERFORMING & INTERACTIVE ART  |  THEATRE |  PUBLIC SPACE  |  NET  |  POETRY.SCAPES
isabella bordoni    |  progetto per le arti     |  ib_project for the arts  

ALTAMIRA - seminari & workshop di NABA+LIMES
_________________________________________________________________________________________________


NABA/Nuova Accademia di Belle Arti, Milano
LIMES/Laboratorio Interdisciplinare di Musica e Spettacolo del Conservatorio "Verdi" di Milano

Dis - Trance relazioni minime intorno alla Tragedia
28/29/30 novembre 2007 -- h.10/18

3 giorni di seminario/workshop diretto da Isabella Bordoni
coordinamento seminari Altamira, Valeria Muledda


Il seminario/workshop è inserito in una pratica di didattica performativa; definisco così quell'area del mio lavoro che mette in atto una didattica che si fa evento . Il lavoro prende avvio da un simbolo matematico esso non significa "verso" ma "doppia implicazione" stabilisce pertanto sistemi di reciprocità tra gli eventi. Dis - Trance relazioni intorno alla Tragedia, apre e analizza scenari di relazione poetica, sonora, visiva, intorno alle Baccanti di Euripide, attraverso un'ampia tessitura "di" e "tra" materiali teorici ed artistici. Dalla tragedia greca il percorso prende forma nell'intento della trance come luogo di esperienza, ordine e disordine, perdita e ritrovamento. Trance, quindi, come luogo pedagogico della creazione. Alle Baccanti di Euripide si guarda come pre-testo, riflessione minima su una comunità e la sua relazione e reazione al potere, la crisi della polis e dell'ordine costituito. Il dio ibrido e straniero, la contrapposizione di poteri, la lotta tra apollineo e dionisiaco sono le direttrici di questa full immersion nella trance interpretata e agita come materia vivente e metodo di lavoro. La tragedia greca è il punto di partenza per attraversare con l'Umano la persistenza della tragedia nel contemporaneo. Stare nelle relazioni sensibili delle arti e della conoscenza, questo l'esercizio, il lavoro del workshop. I partecipanti sono coinvolti in maniera "immersiva" in un flusso di immagini, suoni e parole in forma performativa. Si tratta di un lavoro impegnativo che richiede oltre ad una forte attenzione anche la necessità di stabilire un patto di fiducia sul fare creativo. Non si tratta infatti di un percorso tecnico bensí per/formativo/esperenziale con la messa in campo (anche) del corpo e della voce. Infine la questione del taglio compositivo con l'apporto di tecnica di montaggio video. Il lavoro si sviluppa intorno a mappe di relazioni poetiche, visive, sonore, attraverso elementi teatrali e cinematografici, dove il testimone passa da Euripide a De Martino, Jean Rouch, Carl Th.Dreyer, Antonin Artaud, Walter Benjamin, Friedrich Nietzsche, Ingeborg Bachmann, Hannah Arendt, Eyal Sivan, Erik Gandini/Tarik Saleh, Carmelo Bene, Gilles Deleuze, John Cage, Brian Eno, Ron Fricke/Michael Stearns, Lars Von Trier, per stare nel plurale delle idee e delle forme delle arti.

Isabella Bordoni_Progetto per le Arti - IB_Project for the Arts - Via Santa Aquilina 23a - I - 47900 Rimini - phone 0039 0541 756229 - mobile 0039 338 8456337 -